Ho usato lo stesso iPhone per quattro anni

Ho sbloccato il mio iPhone 6 Plus per l’ultima volta.

Il mio nuovo smartphone, un iPhone Xs Max (ripeto a una velocità di dieci volte), è stato configurato e pronto per scaricare app e accedere a più account e scaricare il mio caro elenco di brani e playlist curate. Pronto per me per organizzare le app come mi sono piaciute e disattivare quelle notifiche per le quali non ho pazienza. Ho aperto l’app delle impostazioni e ho trovato l’opzione per cancellare e ripristinare , il tutto in pochi secondi. Nel giro di un micro-secondo, ho esitato prima di premere l’opzione per ripristinare e cancellare tutto con il dito.

Lo schermo è diventato nero. L’animazione del cerchio di caricamento è apparsa al centro dell’oscurità dello schermo del rettangolo fino al completamento del suo ciclo di cancellazione. Poi si illuminò di nuovo chiedendomi di iniziare il processo di installazione come se fosse un nuovo telefono. L’audacia di quel messaggio , ho pensato a me stesso. Mi rattristai un po ‘mentre tenevo premuto il pulsante on / off fino a quando non mi veniva chiesto di scorrere per spegnerlo. L’ho messo nel cassetto inferiore del mio comodino. Buonanotte, dolce principe e che canzoni di angeli ti portino in paradiso … o nell’Apple Store per vedere se riescono a riciclarlo. Meh.

Una relazione di quattro anni con uno smartphone finito. Se solo fosse così facile in altri scenari.

Piaceri superficiali e materiali

Perché qualcuno dovrebbe scrivere di possedere lo stesso smartphone per quattro anni? Perché il mondo è cambiato negli ultimi dieci anni o giù di lì. Quasi tutte le persone hanno uno smartphone, sia esso il più nuovo e il più grande gadget o uno più vecchio, ma uno acquistato di seconda mano.

Lo smartphone è ora la penna e il blocco note che tuo padre o tua madre potrebbero averti detto di avere sempre a portata di mano. Uno smartphone può fare molto di più di una penna e un taccuino. Il blocco note non funziona a batteria e quindi non dovrà mai essere ricaricato. Ma una penna può esaurire l’inchiostro e una matita dovrà sempre essere affilata.

Questa storia parla di una relazione. Una relazione molto intima. Questo smartphone è un’estensione di noi stessi – nel bene e nel male. Siamo il test case – ognuno di noi. Non sappiamo ancora come andrà a finire? Non possiamo ancora dire se gli smartphone siano utili? Una distrazione inutile? O il prossimo salto nell’evoluzione umana?

Anno uno

Il mio primo anno con l’iPhone 6 Plus è stato l’anno in cui è stato rilasciato. All’epoca era impossibile trovarne uno da nessuna parte. La domanda aveva nuovamente sopraffatto Apple. Questo scenario si ripeterebbe come un orologio ogni anno fino a poco tempo fa con la razza iPhone Xs. Mi sono detto che avrei aspettato fino a gennaio per decidere se aggiornare.

Questo è stato il primo anno in cui Apple ha introdotto un iPhone di dimensioni maggiori. Ricordo che mi prendevo in giro un mio collega e il suo enorme telefono Samsung. A parte gli scherzi, ho cambiato la mia melodia una volta che ho visto e tenuto l’iPhone 6 Plus nell’archivio Apple. Dopo essere tornato a casa per le vacanze in visita alla famiglia, sono stato in grado di ordinare un nuovo telefono online tramite il sito Web di AT&T ed entrare nel negozio lo stesso giorno. Mi hanno consegnato il mio nuovo iPhone e ho dato loro il mio telefono di due anni.

Questo iPhone 6 Plus è stato una tale meraviglia per i miei occhi che per la prima volta avrei rotto il ciclo di due anni.

Mi ci è voluto un po ‘di tempo per adattarmi ad avere un telefono più grande. Quando viaggio, tengo sempre il telefono in una delle tasche dei pantaloni anteriori. Ciò si è rivelato scomodo quando si indossavano pantaloncini in una giornata calda. Il gigantesco telefono sembrava appannarsi contro la mia coscia. In giorni come quelli, ho preso l’abitudine di mettere il mio telefono nella borsa di mia moglie per liberarmi di quel peso.

Secondo anno

Il secondo anno sarebbe il primo anno in cui ho danneggiato uno smartphone di mia proprietà. Al momento mi sono vantato di chiunque mi sentisse quanto era solido l’iPhone 6 Plus. L’ho messo in una custodia super sottile che lo proteggeva a malapena.

Presto mangerei le mie parole quando un giorno gettai rabbiosamente il mio telefono per terra durante una discussione come un idiota. Quando ho preso il mio telefono, era piegato.

L’anno in cui è stato rilasciato questo telefono, alcuni YouTuber hanno scoperto di poter piegare il loro iPhone 6 piegandolo di proposito. Poi presto, altri si sarebbero fatti avanti affermando che i loro telefoni erano piegati dopo averli solo riposti nelle tasche dei pantaloni. Si chiamava Bentgate.

Ma il mio non è stato un incidente. La curva del mio telefono è stata chiaramente colpa mia. Naturalmente, quando ho preso un appuntamento con l’Apple Store, non ho condiviso questa storia con loro. Ho detto loro che ho lasciato cadere il telefono per caso. Sono stati in grado di risolverlo, in qualche modo, ma poiché non ho acquistato il loro programma Apple Care, sono stato sfortunato per fortuna. A meno che non fossi disposto a tossire $ 300 per sostituire lo schermo, ecc.

Non l’ho fatto. Ho tenuto il mio telefono. Lo schermo era un po ‘danneggiato e i colori erano irregolari nelle parti in cui si era verificato il piegamento. Ma quasi impercettibile all’occhio non allenato. E sarebbe ancora meno importante poiché finirei per tenere questo telefono per altri due anni.

Terzo anno

Ho pagato il piano di pagamento di due anni che avevo con il telefono. Successivamente, ho iniziato a sbloccare il mio iPhone in modo da non essere più completamente legato a un singolo servizio di telefonia cellulare. Ora sarei in grado di passare da AT&T a Verizon da T-Mobile a Sprint o qualunque cosa volessi. Il mondo era la mia ostrica.

Il terzo anno avrebbe dimostrato il primo anno in cui il mio iPhone ha iniziato a essere difettoso.

Un giorno il mio scanner di impronte digitali ha smesso di funzionare. Ho provato più volte a risolverlo tramite il software. Dopo un’approfondita ricerca su Internet e la navigazione nei forum di supporto, ho concluso che lo scanner di impronte digitali era rotto. L’unica soluzione era sostituirla. Anche se lo sostituissi tramite una terza parte, non vi era alcuna garanzia che funzionasse.

Anche le cose hanno iniziato a rallentare. Il software durante il terzo anno era difettoso e non sembrava ottimizzato per il mio particolare modello di iPhone. Certo, i bug erano minori nel lungo schema delle cose rispetto a un telefono Android di tre anni all’epoca.

A volte il telefono si riavvia in modo casuale. Non l’aveva mai fatto prima. Parte di questi problemi riguardava anche la versione molto buggy di iOS 11. Dalla mia batteria si scarica più velocemente della media. Alle app sospese per alcuni secondi prima del caricamento. Alcune app si sono dimostrate incapaci di far fronte all’hardware di un telefono di tre anni.

iPhone X

Quando l’iPhone X è stato rilasciato, mi sono trovato non motivato ad acquistarlo. Face ID non mi ha impressionato. Prima che iPhone X venisse rilasciato, ricordo che leggere Apple stava sperimentando il rilascio di un iPhone con uno scanner di impronte digitali incorporato sotto lo schermo. Ho salivato a quel concetto. Volevo far parte di quel sogno. Ma quel sogno si sarebbe rivelato una fantasia, almeno l’anno in cui l’iPhone X è stato rilasciato.

iPhone X è stata anche la prima generazione di una nuova versione di iPhone. Ho deciso di aspettare un altro anno prima di decidere se avrei avuto un nuovo iPhone. Stavo anche considerando se volevo passare da Apple a un telefono Android.

Quarto anno

Batterygate era ciò che i media chiamavano Apple limitare i vecchi iPhone. Apple ha codificato i telefoni più vecchi per limitare le prestazioni per evitare che gli iPhone più vecchi si riavviino in modo casuale a causa della natura delle batterie più vecchie.

Se è vero è difficile da dire. Potrebbe anche essere. Indipendentemente da ciò che avevo avuto il riavvio casuale con il mio iPhone 6 Plus dal terzo anno di possesso del telefono. Hanno rallentato un po ‘durante il quarto anno. La metà del terzo anno sembrava essere nel momento peggiore.

Come risultato di questa stampa negativa, Apple ha offerto di sostituire le batterie dei telefoni più vecchi per $ 29. Mi sono registrato e ho aspettato quattro ore per la conclusione dell’intero processo. Alla fine, non ho assistito a molti miglioramenti prima che la mia batteria fosse sostituita.

Ho incontrato altre persone che avevano iPhone 6 come me. Ognuno di noi si è anche lamentato per problemi simili con i nostri iPhone. E ognuno di noi si stava rifiutando di aggiornare. Eravamo tutti convinti che uno smartphone potesse durare quanto forse un computer. O forse più a lungo?

Ma uno smartphone non è costruito per quel tipo di longevità. Soprattutto se si considera il suo utilizzo. Manteniamo questi piccoli computer 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Usiamo più di quanto usiamo i nostri computer e siamo quindi sorpresi quando non durano quanto alcuni computer.

Conclusione

Il mio viaggio di quattro anni con l’iPhone 6 Plus mi ha insegnato a riconsiderare la natura di uno smartphone. Se volessi continuare a utilizzare gli smartphone, dovrei accettare la loro verità: sono progettati per durare solo così a lungo. Anche se non sono integrati con l’obsolescenza, non dovrebbe essere uno shock per nessuno che la maggior parte non può durare più di quattro anni. Certo, se volessi, potrei ancora usare il mio iPhone 6 Plus oggi. Lamentati di quanto fosse lenta al momento o del crash casuale delle app. Ma funzionerebbe ancora.

Nulla impedisce a te o me di usare un normale cellulare. Un non smartphone, se vuoi. Ma poi perderei la comodità di un dispositivo che è come un’altra appendice di me stesso. Senza di essa, mi sento nudo e incompleto.

Lo smartphone è la penna e il blocco note delle generazioni più anziane. Ma può fare molto di più che prendere appunti. Molto di più.

Mentre guardo il mio nuovo iPhone Xs Max (un nome così stupido, Apple), posso solo pensare a quanta tecnologia sia migliorata in quattro anni. È stato un viaggio fantastico. Solo altro a venire.