La distruzione del capitale di rischio

Il software e Internet stanno sconvolgendo le industrie tradizionali, dall’immobiliare ai trasporti.

Il prossimo: Venture Capital.

In qualità di CEO del fondo di venture capital + piattaforma di crowdfunding azionario Crowdfunder e membro di un gruppo dirigente che era impegnato a Washington DC sulla legislazione del JOBS Act … Ho avuto un punto di vista unico sui grandi cambiamenti in atto come finanza e inizio- gli investimenti sul palco si spostano online (altro che ho scritto su: FinTech qui.)

Ecco le forze e le tendenze che vedo sconvolgere il capitale di rischio nella fase iniziale.

Disruptor # 1: A Broken VC Model

Secondo un articolo di CB Insights di maggio 2015, le startup sostenute dagli investitori nella fase iniziale (fase seed) hanno solo l’ 1,28% di probabilità di diventare un unicorno. Nel frattempo, il modello VC tradizionale prevede il finanziamento da 30 a 40 startup per fondo, che per un fondo con le migliori prestazioni significa effettuare investimenti vincenti circa dal 15 al 20 percento delle volte.

Fai i calcoli rapidi e vedi una delle sfide inerenti al modello VC tradizionale.

Dopo aver investito in oltre 1.000 start-up, Dave McClure di 500 Startup ha condiviso qui alcune importanti figure sulla performance degli investimenti in startup. I dati hanno mostrato che:

Il 50–80% delle startup non produce output / return.

Il 15–25% produce un piccolo ritorno di 2-5x.

Il 5-10% potrebbe raggiungere una valutazione di $ 100 milioni con uscite che producono 10-20x.

E con un po ‘di fortuna ~ l’1% raggiunge $ 1 miliardo di valutazioni restituendo 50 volte o più.

Come sintetizza McClure, “… la maggior parte degli investimenti in startup fallisce, alcuni vanno bene e pochi molto riescono oltre i nostri sogni più sfrenati”.

Inoltre, oltre alla dipendenza di VC da improbabili unicorni per portare rendimenti agli investitori, c’è il rapporto e l’analisi della Kauffman Foundation di oltre vent’anni che investono in fondi VC che l’impresa media VC riesce a malapena a restituire il capitale degli investitori dopo le commissioni.

La battuta finale: la maggior parte dei VC nella fase iniziale non riesce a investire in un numero sufficiente di aziende , dati i dati. Naturalmente, alcuni dei migliori artisti riescono a “scegliere i vincitori” a un tasso più alto rispetto ad altri VC e battere le probabilità.

Con questo, aspettatevi nuovi approcci di investimento per guidare il cambiamento e l’innovazione nel settore dei VC nei prossimi anni poiché tutte le sfaccettature della Finanza si stanno muovendo online, incluso Venture Capital.

Disruptor # 2: un mercato di IPO vacillante

Forse nessun indicatore è indicativo della rarità degli unicorni come il mercato IPO della tecnologia congelata.

Il mercato degli IPO degli Stati Uniti ha subito un forte calo dal 2014, il suo anno più grande dalla bolla delle dot-com. Guardando esclusivamente al settore tecnologico / startup, la situazione è ancora più terribile.

Nel primo trimestre del 2016, c’erano zero IPO tecnologiche con supporto VC. Zero.

Le IPO rivestono un’importanza materiale per i VC, in quanto la liquidità dei mercati pubblici è un luogo in cui gran parte dei loro rendimenti sono realizzati appieno.

In parte la colpa per il calo delle IPO è una tendenza nel finanziamento del capitale privato in fase avanzata. Le società di unicorni hanno evitato o ritardato le IPO, invece hanno optato per prendere centinaia di milioni di finanziamenti in fase avanzata da investitori privati ​​a valutazioni enormi.

Ma questa strategia di finanziamento privato non è senza pericoli. Bill Gurley di Benchmark Capital ha appena scritto questo pezzo su questa tendenza di finanziamento privato, “Perché il mercato dei finanziamenti Unicorn è diventato pericoloso per tutti i soggetti coinvolti”.

Alla luce di queste tendenze, è chiaro che la rotta VC verso la liquidità rappresentata dai mercati IPO si è spostata. Questo sta guidando la pressione e il cambiamento nel modo in cui i VC guardano ai loro investimenti, il loro percorso verso i rendimenti degli investitori e la loro raccolta di fondi con i partner limitati.

Disruptor # 3: Traditional VC Dynamics (alias The Curious Case of AirBNB)

L’amministratore delegato di Airbnb, Brian Chesky, ha recentemente raccontato la storia interna della raccolta di $ 150.000 in finanziamenti seed stage per AirBnb con una valutazione pre-denaro di $ 1,5 milioni (ora valutata a $ 25 miliardi). Uno dopo l’altro, le aziende VC altrimenti intelligenti lo hanno respinto e si sono persi il round.

Brian non proveniva dalla Silicon Valley, non aveva una presentazione incredibile e non era guidato dalla porta dalle solite fonti di riferimento che generano in gran parte risultati di investimento nella Valle.

In breve, la dipendenza dai processi umani e dalle debolezze ha selezionato negativamente Airbnb, un’eventuale uscita multi-miliardaria. Una lezione: il tradizionale processo di fondi di venture capital utilizzato per le operazioni successive non è adatto per gli investimenti nella fase iniziale.

Nonostante le affermazioni secondo cui “il software sta mangiando il mondo”, oggi gli investimenti in startup dipendono fortemente dalle relazioni e dalla posizione. Nella fase iniziale, dove spesso mancano dati storici e segnali significativi per gli investitori, la raccolta di capitali spesso dipende meno da quanto è buona un’idea, e da più su chi conoscono i fondatori e quanto bene presentano.

Cambiare questa dinamica fa parte della nostra missione in Crowdfunder: democratizzare il capitale di rischio nella fase iniziale.

Disruptor # 4: Disintermediazione attraverso Internet

Negli anni ’80 una manciata di società di servizi finanziari upstart decise di cambiare il modo in cui la maggior parte dei cittadini statunitensi era in grado di investire nei mercati pubblici e le società di intermediazione che godevano di uno status di monopolio vicino all’accesso agli investimenti.

Tradizionalmente, come negli anni ’80, gli investitori dovevano chiamare un agente di borsa per acquistare azioni pubbliche ed eseguire operazioni. I broker si sono guadagnati da vivere con le commissioni di transazione di questa attività, spesso in percentuale dell’importo acquistato o venduto.

Naturalmente, questa struttura ha creato incentivi perversi per i broker di “sfornare” continuamente i conti degli investitori attraverso attività di acquisto / vendita non necessarie.

Pionieri di Internet come e * Trade & Schwab.com hanno interrotto il processo tradizionale mettendo il controllo nelle mani degli investitori stessi e creando commissioni di transazione forfettarie (ad esempio $ 8 per operazione), aggirando così il broker e risparmiando miliardi di investitori ogni anno. Le grandi società di consulenza e di gestione patrimoniale esistenti, che si erano trattate con quei miliardi in spese di transazione in eccesso, hanno iniziato a gridare dai tetti che gli individui non erano qualificati per gestire i propri investimenti e che se l’acquisto e la vendita fossero messi nelle mani degli investitori, tutti perderebbero le loro camicie.

Il brokeraggio online di oggi è veloce e il mercato dei capitali da svariati miliardi di dollari. È ormai evidente che gli investitori possono e dovrebbero avere accesso a informazioni indipendenti e strumenti di trading / investimento online.

Allo stesso modo, oggi i mercati dei capitali di private equity stanno seguendo l’esempio e si stanno muovendo online – dalle prime fasi del private equity – tutto alimentato da tecnologia, dati e nuove forme di distribuzione online a grandi gruppi di investitori.

Per la prima volta, gli investitori giornalieri ottengono l’accesso agli investimenti insieme ai VC su piattaforme come Crowdfunder e lo fanno per poche migliaia di dollari per transazione.

Disruptor # 5: nuovi regolamenti e crowdfunding azionario

Che cosa succede quando gli investimenti in società con supporto VC nella fase iniziale si spostano online e diventano più aperti e inclusivi attraverso le piattaforme di investimento online?

Un recente rapporto di Goldman Sachs, The Future of Finance, evidenzia la mia azienda Crowdfunder e pochi altri, e ha definito l’opportunità complessiva del mercato del crowdfunding complessivo di oltre $ 1 trilione.

Una nuova ondata di innovazione e crescita per la formazione del capitale viene introdotta attraverso il crowdfunding. Il settore del crowdfunding raddoppia ogni anno e si stima che supererà il capitale di rischio nel 2016 (i VC investono $ 30 miliardi all’anno e il crowdfunding nel suo insieme è previsto per $ 34 miliardi nel 2016). Vedi altri dati nel mio post precedente – Trends Show Crowdfunding To Surpass VC nel 2016.

Il nuovo mercato dei capitali del crowdfunding azionario raddoppia ogni anno ed è destinato a esplodere come una classe completamente nuova di investitori di tutti i giorni, e miliardi di nuovi capitali, entrano nel mercato in base a nuove leggi che io stesso e altri hanno contribuito a plasmare a Washington DC (JOBS Act Titolo II, Titolo III, Titolo IV).

Con nuovi modi per aumentare il capitale in competizione per l’attenzione dei fondatori di startup, un numero crescente di startup sta aggirando le aziende VC nelle fasi precedenti – dove i rendimenti degli investitori possono essere maggiori – a favore di strumenti di distribuzione online e piattaforme di crowdfunding azionario.

Molte start-up esperte oggi utilizzano un approccio combinato del tradizionale finanziamento offline angelo / VC insieme al crowdfunding azionario online per risparmiare tempo e aumentare la loro portata e l’accesso a grandi e piccoli investitori.

Disruptor # 6: Scala e diversificazione nel capitale di rischio

Data l’importanza della diversificazione e della teoria del portafoglio moderno in altre aree di investimento … perché non è stato adottato un approccio altamente diversificato al capitale di rischio?

Alcune menti di spicco nel mondo del private equity e degli investimenti istituzionali pongono questa domanda da anni. Scott Kalb, direttore esecutivo del Sovereign Investor Institute ed ex CIO della Korean Investment Corporation, ha visto e quantificato l’opportunità di un approccio più scalabile e diversificato al private equity e al venture capital. Vedi il rapporto e la presentazione di Scott del 2013: The Tipping Point: in che modo i fondi sovrani si stanno rischiando in nuovi modi e cambiando il gioco .

Uno dei motivi per cui questo approccio più diversificato non è stato ancora adottato è che ci sono stati blocchi strutturali e regolatori nel modo di farlo. Almeno fino ad ora …

È stata recentemente aperta una nuova enorme finestra di mercato, creata attraverso una combinazione di nuove leggi sui titoli, la crescita esponenziale della finanza online e la diffusione globale di software e automazione. E con questa nuova finestra di mercato aperta, stiamo vedendo i mercati del debito / prestito e del capitale azionario muoversi online.

I mercati del debito e dei prestiti sono passati di circa 5 anni dai mercati dei capitali azionari nel passaggio online. Nel mercato del debito / prestito un’ondata di nuovo capitale è entrata nel mercato attraverso il “prestito sul mercato”. Molti dei leader dello spazio si sono spostati oltre il modello di prestito peer-to-peer e hanno trovato la scala un altro modo, creando prodotti di investimento diversificati ciò ha consentito a grandi investitori istituzionali di entrare con milioni di persone e di diffondere il rischio su un gran numero di prestiti.

E ora stiamo iniziando a vedere l’esempio di Venture Capital nella fase iniziale. I VC e i loro stessi investitori (LP) sono ora pronti, forse per la prima volta, ad adottare la diversificazione come strategia per ottenere rendimenti. Invece di essere limitati a un ristretto portafoglio di società in un unico fondo (di solito con periodi di blocco di 10 anni), vengono sviluppati nuovi modelli diversi.

Le recenti interruzioni normative sotto forma di JOBS Act stanno consentendo agli investitori in fase iniziale e alle società di capitali di rischio di investire con lo stesso tipo di diversificazione che potrebbero ottenere in qualcosa di simile a un fondo indicizzato S&P 500, ma per la fase iniziale o iniziale.

Alcuni esempi di questi modelli VC innovativi e quantitativi sono già qui. I fondi con ampia diversificazione di 10 volte i fondi VC tradizionali, o più, includono il VC Index Fund di Crowdfunder (vedi in TechCrunch, WSJ). Un altro modello di fondo di venture capital meno diversificato ma fortemente guidato dai dati è SignalFire.

Nel frattempo, le nuove leggi del JOBS Act e il crowdfunding azionario creano il potenziale per raggiungere la diversificazione nei mercati privati ​​aprendo un universo completamente nuovo di accesso a opportunità di investimento controllate nella fase iniziale, sia per gli investitori individuali che istituzionali.

Poiché i mercati dei capitali azionari si spostano online, è probabile che i vincitori di questa nuova generazione di investimenti online saranno quelli che non si limiteranno a ridimensionare le loro piattaforme e utenti, ma che accederanno al flusso di transazioni di alcuni dei principali investitori privati ​​e VC – sfruttando efficacemente i loro sforzi di ricerca, diligenza e selezione da parte di esperti.

Questo è ciò che abbiamo fatto in Crowdfunder con il nostro fondo VC Index. Utilizzando diversi set di dati, abbiamo sviluppato un modello quantitativo che ha selezionato un elenco (indice) delle principali aziende di VC in fase di semina. Il nostro fondo VC Index investe automaticamente in operazioni seed e serie A insieme a questi VC principali, accedendo alle offerte tramite referral, tramite la nostra piattaforma scalabile o ottenendo l’accesso diretto all’operazione sul mercato come qualsiasi fondo di venture venture farebbe da solo.

E utilizzando questo modello di investimento scalabile, il VC Index Fund è posizionato per investire in un portafoglio altamente diversificato di centinaia di operazioni acquistate, verificate, negoziate e supportate da molti dei principali VC.

Nei nostri primi tre mesi di investimenti dal VC Index Fund abbiamo investito negli stessi round / termini di oltre la metà dei 50 VC selezionati dal nostro modello: 500 Startup, Andreessen Horowitz, Arena Ventures, Better VC, Blumberg Capital, Ventilazioni di correlazione, Crosscut Ventures, CrunchFund, Great Oaks, Greylock, Kapor Capital, KPCB, Capital minuscole, NEA, Ventures evidente, Right Side Capital, SK Ventures, Social + Capital, Capital Capital, SV Angel, Techstars Ventures.

Prevedo che il futuro del panorama degli investimenti nella fase iniziale avrà un aspetto un po ‘diverso tra tre o cinque anni. Le aziende di VC di livello superiore saranno ancora in circolazione … ma accanto a loro, in competizione per i grandi dollari degli investitori istituzionali, ci saranno anche modelli più diversi che sfruttano software, dati e Web.