Gestione dell’attrezzatura del cliente in un Telco

Vi sono una serie di importanti considerazioni da tenere in considerazione nella gestione delle apparecchiature di sede del cliente (CPE). Questo articolo evidenzia alcuni di questi dettagli.

Il primo aspetto è abilitare e utilizzare il protocollo LLDP (link layer discovery protocol). Questo è un protocollo indipendente dal fornitore utilizzato in IEEE 802 per pubblicizzare l’identità e le capacità di un dispositivo, nonché altri dispositivi collegati all’interno della stessa rete di livello 2.

LLDP è principalmente utilizzato reti Ethernet. Il supporto multi-vendor del protocollo consente il rilevamento in rete dei dispositivi. Anche gli strumenti di gestione che utilizzano il protocollo SNMP (Simple Network Management Protocol) sono in grado di interrogare queste informazioni. LLDP offre la possibilità di identificare le apparecchiature di rete di più fornitori senza la necessità di un gestore di elementi proprietario. Protocolli proprietari simili includono Cisco Discovery Protocol (CDP), Extreme Discovery Protocol, Foundry Discovery Protocol (FDP) e Microsoft Link Layer Topology Discovery.

A intervalli regolari, un dispositivo LLDP invia le sue informazioni in frame Ethernet. Un frame inizia con i TLV richiesti di ID telaio, ID porta e time-to-live (TTL). Queste informazioni possono essere utilizzate come topologia e possono verificare:

  • Il cliente ha collegato le proprie apparecchiature di rete al CPE di Telco.
  • Il CPE è collegato agli uplink che forniscono connettività al Provider Edge (PE).

Queste informazioni possono essere interrogate da un sistema di gestione della rete (NMS) per disegnare una mappa della topologia quando viene identificata l’apparecchiatura di rete Ethernet connessa o per verificare e convalidare la connettività a valle e a monte.

Le apparecchiature di rete che interagiscono in qualsiasi rete multi-vendor devono supportare LLDP come prerequisito. Non è solo dal punto di vista della topologia, ma a livello di risoluzione dei problemi, poiché vengono immediatamente acquisite le conoscenze su quali interfacce apparecchiature e dispositivi di rete sono stati interconnessi senza la necessità di una noiosa esperienza di tracciamento dei cavi.

La prossima capacità diagnostica è verificare gli indirizzi MAC nelle tabelle ARP associate a un’interfaccia. Ad esempio, sul router PE, la connettività client può esistere solo se l’indirizzo MAC del router CPE esiste nelle tabelle ARP sulla relativa interfaccia. Tutti gli indirizzi MAC hanno un prefisso noto come OUI che identifica il fornitore di apparecchiature di rete. È possibile identificare e convalidare le apparecchiature di rete utilizzando non solo l’OUI ma in alcuni casi un fornitore utilizza un intervallo specifico per un tipo di apparecchiatura. Ciò è possibile identificare tipi di switch, router, firewall, ecc.

Quindi è importante verificare i protocolli del router tra CPE e PE e che gli indirizzi IP dei clienti vengano distribuiti nelle tabelle di routing. Le tabelle di routing sono importanti fonti di informazioni proprio come le tabelle ARP su un router e le tabelle MAC sugli switch. Il routing errato comporterà la violazione dello SLA.

Uno degli aspetti più spesso osservati della gestione di un CPE è quello di assicurarsi che la risoluzione dei nomi tramite DNS sia stabile. Il DNS inaffidabile comporterà una correlazione diretta con una violazione del servizio poiché la maggior parte del servizio di rete richiede DNS.

È inoltre insufficiente eseguire il polling solo del kit di rete situato in un Point of Presence (POP). Questo tipo di monitoraggio è insufficiente per causalità o prestazioni. Per ottenere errori specifici dei supporti per fibra, ADSL, LTE, Wireless, VAST, ecc. È necessario un sondaggio SNMP del CPE. La potenza e la temperatura di tendenza al CPE aiutano a determinare se un’interruzione è stata il risultato di una tendenza. Anche i problemi di prestazioni relativi al comportamento dell’applicazione che causano overflow del buffer a livello di CPE non verranno rilevati senza un sondaggio CPE. Inoltre, queste statistiche sono anche la base di qualsiasi attività proattiva per migliorare la disponibilità.

Scopri qui altri aspetti della gestione degli SLA e perché le misurazioni della produttività sono la salsa magica qui.