Walking on The Cloud

Che cos’è una nuvola? Una nuvola è una massa visibile di vapore acqueo condensato che galleggia nell’atmosfera. Le nuvole sono meravigliosamente semplici ma complesse. Realisticamente non riesco a immaginare nessuno che legga un intero blog sulle nuvole, quindi non parlerò di questi spiriti nel cielo. Se vuoi saperne di più sulle nuvole sentiti libero di seguire il link e imparare via; Giuro che non sto giudicando / i.

Invece parlerò di “The Cloud”.

Il cloud in termini di elaborazione risale alle prime fasi della progettazione della rete. Questo termine è stato usato perché le nuvole sono opache; non puoi vedere cosa succede dentro di loro. Non esiste un percorso prestabilito per il modo in cui qualcosa viaggia attraverso una nuvola, sono strutture morbide e fluide. Come si può trovare una comprensione concreta di questi meravigliosi bignè? Lo stesso vale per Internet; come si spostano le mie informazioni? Beh, molte persone non lo sanno, sanno solo che le informazioni che stanno cercando arrivano alla destinazione desiderata.

Il cloud simboleggia una rete sconosciuta. Le operazioni avvengono in un luogo misterioso e lontano dalla comodità del tuo computer ben definito. Proprio come una nuvola è da qualche parte molto lontana dalla comodità della terra in alto nel cielo.

Server basati su cloud

iCloud

Con il cloud nel nome è difficile dimenticare che si tratta di un server basato su cloud. iCloud offre inizialmente 5 GB di spazio di archiviazione cloud gratuito e lo spazio di archiviazione più richiesto può essere acquistato. Questo server è purtroppo disponibile solo per gli utenti Apple, ma funziona benissimo per gli utenti Apple – come utente Apple troverei insopportabile la vita senza di essa a questo punto. I dati vengono sincronizzati tra i dispositivi Apple in modalità wireless e automaticamente, purché tu lo consenta naturalmente nelle tue impostazioni.

Dropbox

Considerato uno dei server più intuitivi, Dropbox ti consente di sincronizzare i file e condividerli automaticamente. Una volta cambiati i dispositivi, è possibile accedere a tutte le informazioni salvate tramite una semplice applicazione desktop. Questo server cloud non è esclusivo per nessun utente del marchio.

Google Drive

Questo è un server di archiviazione personale basato su cloud fornito da e da Google. Gli utenti possono archiviare e sincronizzare le informazioni digitali su quasi tutti i dispositivi digitali con connessione a Internet. Le opzioni di ricerca avanzata consentono una facile navigazione attraverso tutti i file salvati e condivisi. Con una bella aggiunta al server, Google Documenti ti consente di collaborare su fogli condivisi con altri a cui hai concesso l’accesso ai file. Come studente universitario lo darò a Google, questo è probabilmente lo strumento più utile che uno studente possa avere. È così facile lavorare su un documento all’interno di un gruppo di studenti senza dover uscire di casa e cambiarmi dal pigiama.

Riesci a immaginare il mondo prima di The Cloud? Mi sono abituato solo di recente a questo circa un anno fa – giovane ma non tecnologicamente avanzato, e non ho idea di come abbia funzionato come uno studente universitario moderno prima di questo. Pensa alle alternative che avevamo prima, e per alcune attualmente, rispetto a The Cloud.

C’era una volta un tempo in cui se avessimo avuto bisogno di un documento da modificare, avremmo dovuto scrivere il rapporto, stamparlo, accettarlo per la modifica, riscrivere il rapporto, stamparlo per sempre, scoprire che hai fatto la domanda 2 sbagliata errori di ortografia multipli da pagina 13 a 14, riscrivere il rapporto e infine stampare il documento per l’invio. Ora possiamo inviare il documento tramite The Cloud ai nostri redattori, far loro apportare correzioni elettroniche e possiamo riaprire il documento e modificarlo senza stamparlo circa trentadue volte e mezzo.

Tuttavia, non tutte le nostre alternative erano così prima dell’età della pietra. C’è stato un tempo in cui i documenti sarebbero stati trasferiti tra persone e dispositivi tramite USB. Naturalmente questo non è del tutto diverso da The Cloud / s, ma è stato sicuramente un inconveniente. Il concetto era abbastanza simile, sincronizzare i documenti con un’unità di archiviazione per consentire il trasporto, ma ciò ha comportato anche molti problemi che molte persone non affrontano più con The Cloud. A parte le possibilità di perdere o danneggiare l’USB, c’era sempre la paura di dimenticare di salvare un documento aggiornato sull’USB e di presentarsi nella biblioteca della scuola con quasi $ @ t tutto e di essere fregato per l’incarico dovuto al quarto periodo (mi scusi se sembra molto liceo, è qui che si è verificata la maggior parte delle mie crisi digitali)

Il cloud sta rapidamente conquistando il lato digitale del mondo e non appena demoliremo il divario digitale – come discusso in uno dei miei precedenti post sul blog, prenderà il controllo del mondo! Non avremo più scaffali pieni di romanzi antichi, né riceveremo penalità per un incarico perché abbiamo finito la carta per le nostre stampanti. Tutto sarà accessibile da The Cloud e il mondo diventerà un luogo più pulito con meno carta gettata in giro.